Il mio percorso di carriera - Angelina Martinez│Gruppo di reclutamento Frank

Vi siete mai chiesti cosa significhi essere un Account Executive? Ci pensiamo noi!

L’ospite di questa settimana è Angelina Martinez, un Principal Account Executive per il nostro marchio focalizzato su NetSuite, Anderson Frank, che lavora presso la nostra sede di Scottsdale dalla fine del 2019.

Cosa serve per avere successo in una carriera nel settore del reclutamento?

Angelina ritiene che la sua capacità di parlare con gli altri sia una delle migliori competenze che ha apportato al ruolo, in particolare la comunicazione con nuove persone, che ha il potenziale di creare legami. “È importante anche essere a proprio agio al telefono”, ha aggiunto, dato che parte del ruolo può comportare chiamate a freddo. “Essere a proprio agio con le persone, ovviamente chiamare degli sconosciuti che non hanno mai sentito parlare di te mette in soggezione, ma poi si supera. Vorrei dire che sono sicura di me in questo senso”. Non avendo precedenti esperienze nel campo del reclutamento, la sicurezza che ha portato con sé è stata di grande aiuto per la sua progressione all’interno dell’azienda.

“Bisogna anche lavorare sodo ed essere determinati. So che molte persone possono scoraggiarsi perché il lavoro può essere un po’ lento nel cercare di ottenere risultati. Io sono stata determinata e paziente durante l’intero processo e questo mi ha avvantaggiato nel lungo periodo, quindi è fondamentale avere anche queste caratteristiche”.

Come può Frank Recruitment Group supportarla nel suo ruolo?

Una forte leadership è essenziale per qualsiasi team di successo, cosa che Angelina condivide e che ha sperimentato in prima persona lavorando con noi. “L’ho trovato davvero incoraggiante. Adam Vandalini è stato un grande leader ed è una persona che ammiro molto”, ha detto. Ha continuato a dichiarare quanto sia stata ispirata dalla sua leadership e come il suo incoraggiamento abbia sostenuto il suo lavoro per diventare Vicepresidente associato in futuro.

Angelina ha ricordato in particolare una conversazione tra i due alla fine del 2020, proprio quando i dipendenti iniziavano a tornare in ufficio: “Ero frustrata e sentivo che non stavo ottenendo nulla. Era un punto decisamente basso per me, ma lui mi ha fatto un incredibile discorso di incoraggiamento che mi ha aiutato a costruire una struttura per avere successo e ad avere una mentalità più aperta sul mio ruolo. Da lì sono salito alle stelle. Questo la dice lunga sulla leadership che c’è qui”.

Ha continuato a parlare di come la cultura aziendale l’abbia sostenuta nella sua vita lavorativa, in particolare del supporto che riceve dai colleghi del suo team. “È molto motivante”, ha dichiarato Angelina, “ci aiutiamo costantemente a vicenda e ci copriamo le spalle a vicenda”.

È a questa motivazione e a questo incoraggiamento che Angelina attribuisce il merito di averla aiutata a crescere e ad acquisire una preziosa esperienza professionale.

Cosa può offrirvi il reclutamento?

Ogni azienda prospera grazie alle connessioni che crea e per Angelina questo è ciò che rende il suo lavoro proficuo. Grazie al suo carattere naturalmente amichevole e colloquiale, Angelina vive la natura ad alta energia del reclutamento e ha l’opportunità di comunicare con le persone ogni giorno. “Costruire un rapporto con i clienti è probabilmente la cosa che preferisco, perché so che ha un impatto sull’azienda”, ha ammesso. “Per me si tratta di coltivare queste relazioni e di trovare il modo di creare un legame speciale con le persone: è questa la cosa che preferisco”.

Come si svolge una tipica giornata lavorativa?

Come molti di noi, Angelina si affida alla struttura nella sua routine quotidiana. “Arrivo in ufficio e di solito controllo le mie e-mail, vado a caccia di contatti e contatto i miei clienti attuali per assicurarmi che tutto vada bene. Una volta che mi sono assicurata che non ci siano problemi, rivolgo la mia attenzione a qualsiasi cosa importante sulla mia lista, come la ricerca di un cliente che potrebbe potenzialmente trasformarsi in un’opportunità di lavoro. Si tratta di un sacco di inseguimenti.”

“Per il resto della giornata, dopo la pausa pranzo, mi concentro sullo sviluppo del business. Questo include le telefonate a determinati elenchi che ho, in un certo senso come le telefonate a freddo. È sorprendente quando si riesce a spuntare tutto quello che si voleva fare quel giorno”.

Ha notato che la maggior parte del suo team segue la stessa struttura: “È molto più utile quando siamo tutti sulla stessa lunghezza d’onda, soprattutto nel pomeriggio, perché si fa molto più rumore quando tutti fanno cose simili. Detto questo, mi fa venire voglia di parlare con le persone quando l’ufficio è vivo”.

Ovviamente, nel reclutamento c’è un certo livello di imprevedibilità, quindi non si può necessariamente attenersi alla stessa struttura ogni giorno, cosa di cui ha parlato la stessa Angelina, dimostrando l’importanza di abilità come la gestione del tempo e l’adattabilità.

Quali possono essere gli aspetti migliori del ruolo e quali i più difficili?

Sentirsi sicuri e supportati sul posto di lavoro è importante per qualsiasi dipendente; per Angelina, questa è una delle cose che le piace di più del suo ruolo. “Avere persone che mi motivano è una delle cose che preferisco del lavoro qui; so che ci sono persone che mi sostengono. Ogni giorno non vedo l’ora di venire in ufficio. Non ho mai avuto paura di entrare perché tutti sono fantastici e divertenti, e l’atmosfera lo dimostra. Dalla possibilità di chiacchierare con le persone alla musica che suoniamo in ufficio, l’ambiente è davvero divertente. A volte sembra di essere in un rave”, ha detto ridendo, “ma è un ambiente d’ufficio, quindi si lavora comunque. Mi aiuta ad affrontare la giornata”.

Se c’è una cosa che abbiamo colto dall’intervista con Angelina è la sua dedizione al lavoro e quanto questo sia gratificante per lei. “Fare lavori e chiudere accordi onestamente mi rende felice. È quello che sono qui per fare. È emozionante chiudere gli affari e sapere che sono al sicuro per qualche mese in termini di fatturazione”.

Ovviamente, ogni lavoro ha dei lati negativi e per Angelina sono i momenti in cui le cose non vanno secondo i piani. “A volte le cose vanno male e posso scoraggiarmi, soprattutto se non ho nulla in cantiere. È naturale che ci si senta frustrati quando si fa tutto quello che si dovrebbe fare e non si riesce a raggiungere il successo. Sono cose che capitano sempre, ognuno ha i suoi alti e bassi”.

“Devi solo guardare indietro ai giorni migliori e ricordare che i momenti negativi non sono temporanei, il bene tornerà sempre”.

Cosa rende Frank Recruitment Group un buon datore di lavoro?

Garantire un’esperienza positiva ai dipendenti dovrebbe essere una priorità per qualsiasi datore di lavoro; un esempio di ciò è il modo in cui i successi del personale vengono riconosciuti e premiati.

Per Angelina, i riconoscimenti che riceve contribuiscono in larga misura a renderla felice nel suo ruolo: “Non sono uscita dall’università pensando al reclutamento per la carriera dei miei sogni, ma le gratificazioni che ricevo ne fanno valere la pena. Ovviamente amo il mio lavoro, ma a nessuno piace lavorare, soprattutto chi chiama a freddo. [Il reclutamento non è un lavoro spietato, ma siamo tutti competitivi. Se guardo al nostro campionato di fatturazione, voglio vedere il mio nome lassù, tutti condividiamo la voglia di avere successo e di raggiungere i nostri obiettivi”.

“Ti dà la soddisfazione di avere successo nel modo in cui voglio, e con il mio ruolo e la fatturazione, questo significa fare soldi”.

Angelina ha riconosciuto anche i suoi colleghi e la grande energia e il divertimento che portano nell’ambiente di lavoro.

Cosa deve sapere chi vuole lavorare nel settore del reclutamento?

Per chiunque voglia seguire le orme di Angelina, la capacità di essere paziente è una caratteristica importante da imparare. “Ho iniziato poco prima della pandemia, quindi ho dovuto passare a lavorare da casa. A quel punto nessuno voleva assumere, c’è stato un blocco di massa delle assunzioni e del reclutamento e io sono diventata impaziente”. Angelina ha ammesso che la sua impazienza l’ha portata a riconsiderare la sua posizione e a toccare il fondo della sua carriera.

“Dopo aver parlato con Pat, come ho detto prima, ho iniziato a ritrovare la motivazione e la fiducia in me stessa. Ho dato il massimo. Ho iniziato a essere più paziente e, alla fine, è stata una delle cose più gratificanti che ho fatto. Le persone si riprendono sempre, ci vuole solo del tempo. Lo dico a tutti quelli che entrano in squadra e le persone che restano con noi sono quelle che hanno questa virtù. È un fattore chiave per chiunque voglia avere successo nel reclutamento, è un lavoro frustrante, bisogna avere la pazienza di andare fino in fondo”.

Angelina consiglia anche di essere aperti, soprattutto ai consigli: “essere ricettivi al feedback, soprattutto dei vostri manager, vi aiuterà a crescere. Chiedo sempre consigli ai miei colleghi e mi aiutano molto. Bisogna essere determinati a crescere e ad arrivare dove si vuole”.

L’esperienza di Angelina contribuisce a dare il quadro migliore di cosa significhi essere un Account Executive presso Frank Recruitment Group e che, con la giusta mentalità, si può arrivare lontano.

Ispirati dalla storia di Angelina?

Fate il primo passo verso un futuro con noi

Il più recente

日本カントリーヘッド就任のお知らせ

この度、2024年2月1日付けで、フランク リクルートメント グループ 日本カントリーヘッドに、アレキシス マブロプロスが就任いたしました。
アキシスは、日本のリクルートメント業界において豊富な経験を持つリーダーであり、アレキシスのリーダーシの下、APAC全域で躍進を続ける当社の日本部門は、さらなる成長と発展を遂げていくことでしょう。

Continua a leggere "

Il presidente del Frank Recruitment Group Morris è stato nominato Campione del cambiamento

La presidente del Frank Recruitment Group, Zoë Morris, è stata nominata come pioniera del personale nell'ultimo elenco Staffing 100 Europe.

Continua a leggere "

Dovete includere una foto nel vostro curriculum? 

In un mondo del lavoro in continua evoluzione, le pratiche standard relative alle domande di lavoro continuano a cambiare e ad evolversi. L'idea di entrare in un'azienda e distribuire copie del proprio curriculum è più o meno caduta in disuso, ma alcune domande hanno trovato una sorta di forza di resistenza.

Continua a leggere "

Leggi tutto dal nostro blog

Notizie aziendali

日本カントリーヘッド就任のお知らせ

この度、2024年2月1日付けで、フランク リクルートメント グループ 日本カントリーヘッドに、アレキシス マブロプロスが就任いたしました。
アキシスは、日本のリクルートメント業界において豊富な経験を持つリーダーであり、アレキシスのリーダーシの下、APAC全域で躍進を続ける当社の日本部門は、さらなる成長と発展を遂げていくことでしょう。

Continua a leggere "
Premi

Il presidente del Frank Recruitment Group Morris è stato nominato Campione del cambiamento

La presidente del Frank Recruitment Group, Zoë Morris, è stata nominata come pioniera del personale nell'ultimo elenco Staffing 100 Europe.

Continua a leggere "
Blog sul reclutamento

Dovete includere una foto nel vostro curriculum? 

In un mondo del lavoro in continua evoluzione, le pratiche standard relative alle domande di lavoro continuano a cambiare e ad evolversi. L'idea di entrare in un'azienda e distribuire copie del proprio curriculum è più o meno caduta in disuso, ma alcune domande hanno trovato una sorta di forza di resistenza.

Continua a leggere "
it_ITItalian
Powered by TranslatePress »